domenica 29 dicembre 2013


"Del teatro nuovo di Genova sarei volentieri (dopo il mio giro di tre anni circa) direttore d' orchestra non solo, ma dei spettacoli in massa, tanto della scelta dei virtuosi come dei spartiti".
Niccolò Paganini a Germi,  12 aprile 1825.
Paganini in questa lettera all' amico Germi fa riferimento al nuovo teatro in costruzione a Genova, ovvero il Carlo Felice. Al posto di Paganini fu poi nominato direttore Giovanni  Serra, mentre Paganini continuò la sua ascesa al successo in giro per l' Europa.

"I would like to be artistic director of the new theatre in Genoa (after my European tour of three years) not only about the choice of the musicians but also about the music.
Niccolò Paganini to Germi, April 12, 1825.
In this letter Paganini takes into consideration the possibility to become artistic director of the new theatre work in progress in Genoa, the Carlo Felice; but Giovanni Serra was named director of the theatre, while Paganini continued his Europea tour with great success.

Immagine: Teatro Carlo Felice sotto la neve, metà secolo XIX, olio su tela (collezione privata, autore anonimo)
Image: Theatre Carlo Felice under the snow, half of the XIX century, oil on canvas (private collection, anonymous painter)



domenica 15 dicembre 2013

Antonia Bianchi

La cantante Antonia Bianchi, ebbe una relazione amorosa con Paganini durata dal 1824 al 1828.
Nel 1825 diede al musicista il tanto amato figlio Achille.

The singer Antonia Bianchi had a love story with Paganini from 1824 to 1828.
She was mother of Paganini's son, Achille born in 1825.

Achille Ciro Alessandro Paganini

Achille Ciro Alessandro Paganini, figlio di Niccolò Paganini a della cantante Antonia Bianchi.
Achille nacque a Palermo il 23 luglio del 1825.
Egli rimarrà col padre anche dopo la separazione di quest' ultimo dalla Bianchi.
Paganini si affezionò notevolmente al figlio,di lui scrisse spesso agli amici; a seguire un breve passaggio tratto dalla lettera scritta da Paganini a Gaetano Donizetti da Lipzia l' 8 ottobre del 1829:
"Achille il mio caro Achille è tutta la mia gioia. Cresce buono e bello; parla benissimo il tedesco e mi serve da interprete; m' ama teneramente e io l' adoro".

Achille Ciro Alessandro Paganini, son of Niccolò Paganini and the singer Antonia Bianchi.
Achille was born in Palermo (Italy) on 23 July 1825.
He will stay with his father after the end of the love story of Paganini and Antonia Bianchi.
Paganini loved him very much, he often wrote about him to his friends; following we have few words written by Paganini to Gaetano Donizetti fromLipzia,October 8, 1829:
"Achille my darling Achille is all my happyness. He grows andsome and nice; he speaks German very well and he helps me with the translations; he loves me sweetly and I love him".
Niccolò Paganini by Andrea Appiani, Milan-Private collection L. De Nobili

*Andrea Appiani (1817-1865)  il giovane, nipote del celebre Andrea Appiani e allievo di Francesco Hayez.
Andrea Appiani, the young (1817-1865) pupil of Francesco Hayez.

martedì 3 dicembre 2013

            

Niccolò Paganini, di Leopoldo Calcagno (olio su tela- Conservatorio N. Paganini, Genova)
Niccolò Paganini, by Leopoldo Calcagno (oil on canvas- Conservatory N. Paganini, Genoa-Italy)




domenica 1 dicembre 2013

Caricatura di Lyser  (Ludwig Peter August Burmeister)
Caricature by Lyser (Ludwig Peter August Burmeister)



"Una nuvola di ritratti fatti da diversi artisti, è apparsa per tutte le botteghe; qual più qual meno presenta la mia fisionomia, ma uno che veramente mi somigli, non è comparso ancora tra le stampe. Si vede anche qualche caricatura buffonesca; una che mi presenta in atto di suonare in attitudine strana, mentre il leggio si accende e brucia; un altro nell' atto che abbraccio una bella donna per una diceria che erasi sparsa di essermi innamorato di una bellissima donzella inglese; una terza che suono il violino sopra una corda, con un motto faceto sotto ed un altro col ritratto di Lablache che suona il campanello il che fece in un mio concerto. Io ne rido a crepare e li lascio fare"[...].
N. Paganini
Così scriveva Paganini all' amico Germi nel giugno 1831. Paganini in seguito rimarrà molto soddisfatto dall' opera di Patten; per quanto riguarda i disegni del Lyser, non risultano scritti di Paganini a riguardo.

"A lot of portraits made by different artists have appeared in all the shops; some more or less have my appearance, but one that looks like me really has not yet appeared. There are also some clownish caricatures, one of them presents me playing in a strange position while the music stand ignites and burns; another one in the act of embracing a beautiful woman, due to a rumor that I had fallen in love with a very beautiful English damsel; the third one, I play violin on one string, and another with the portrait of Lablache, who plays little bell, as he has done in a concert of mine. I laugh and I let them do it"[...].
N. Paganini
These are the words written by Paganini to his friend Germi in a letter of June 1831. Paganini will be very satisfied with an artwork by Patten, and we have no words of Paganini about the caricatures by Lyser.